venerdì 13 novembre 2009

Trecciona semi dolce di Anna Maria


Questa ricetta mi è stata data dalla mia cara amica Anna Maria; essa ha "subìto" mie piccolissime modifiche di adattamento. Il risultato è una brioche che si mantiene morbida per alcuni giorni e che potete variare a vostro piacimento: potete fare una versione dolce, salata, con o senza ripieno... il ripieno lo scegliete voi!!

Sciroppo
prima di cominciare, fate uno sciroppo sciogliendo sul fuoco dolce 250 gr di zucchero in 400 ml di acqua.


Ingredienti:
500 gr di farina 00
500 gr di farina manitoba
1 cubetto di lievito
2 cucchiaini di zucchero o miele
vanillina e buccia di agrume (solo se si è optato per la versione dolce)
1 bicchiere di olio di semi (oppure 100 gr di burro)
2 cucchiaini di sale

Procedimento
sciogliete in una grossa ciotola un cubetto di lievito in 100 ml di acqua calda (NON bollente) con 2 cucchiaini di zucchero o miele. Aggiungete circa 100 gr di farina, otterrete un impasto molle che farete lievitare coperto dai 15 ai 30 min. sino a quando vedrete formarsi delle bollicine e/o avrà un aspetto ben lievitato. Aggiungere la farina restante, gli aromi, l'olio, il sale e lo sciroppo tiepido facendo attenzione alla consistenza: dovrà essere molto molle ma allo stesso tempo dovrà essere tale da consentirvi la formatura della treccia (questa è la parte più "difficile" di tutta la ricetta - ho calcolato che i liquidi TOTALI dovranno essere CIRCA 600ml). Lavorate bene l'impasto, mettetelo a lievitare nella ciotola spolverato di farina e coperto con un canovaccio per un'ora. Riprendete l'impasto, versatelo sulla spianatoia infarinata, dividetelo in tre parti uguali, ed aiutandovi con la farina formate tre cordoni (vi consiglio di sistemarli subito, trasversalmente, sulla placca del forno rivestita con apposita carta). Incidete questi ultimi su quasi tutta la lunghezza e sistemate nel solco la farcia prescelta (io ci ho messo la nutella); tirate i lembi imprigionando il ripieno in ogni filoncino e poi formate la treccia. Pennellate con l'uovo leggermente sbattuto e se vi piace decorate con la granella di zucchero. Lasciate lievitare ancora un pochino, il tempo di portare il forno alla temperatura di 180° e cuocete, fino a doratura, per circa 40 min. inserendo un pentolino con l'acqua sulla base del forno.

Aforisma di proverbio napoletano: "Chiamma mamma e pate a chi te da' a 'mmangia'" (Chiama mamma e papà chi ti nutre).



3 commenti:

  1. ammazza che treccia super cicciosa!!!
    ho la gocciolina...pli...plin...plin.....

    RispondiElimina
  2. senti sto svenendo davanti al pc!! spaziale questa treccia!

    RispondiElimina
  3. ammazza...pure tu hai fatto una mega trecciona, hahahahaha bravissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, prova a fare quella con le pesche e menta...nah goderia divina!! che dopo che lai cotta la spalmni di nutella DOPPIA DIVINITà !!! hahahaha gnammmmmm prova prova...poi ti mando le ricette dei biscotti svizzeri, prima assaggiali quelli che hai, se ti piacciono...poi mi dirai e io ti mandero le ricetteeeeeeeeeeee, ciao bella copia tutto cio che vuoi, ciao micetta Anna

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails

copiright

MyFreeCopyright.com Registered & Protected